martedì 23 marzo 2010

Knitting In Progress :: Haruni di Emily Ross

Le donne di Cotton Time, felici e sorridenti
A 22 anni ho finalmente deciso come vorrò vestirmi per il futuro, un mio stile.
In cui sentirmi ampiamente a mio agio, senza costrizioni e forzature.
Le ho sempre viste, le donne giapponesi nei Cotton Time, con bambini e bambine sorridenti, in case estremamente country e accoglienti e con le gonne.
A dispetto del femminismo anni '70, mi sento profondamente triste all'idea che la gonna come indumento femminile per antonomasia sia sparito dall'orizzonte. Da bimba ti ci ritrovi vestita tutti i giorni e poi, puff, sparisce dalla vista, come se gli anni trascorsi fossero solo un bel ricordo.
Io non ho smesso di portare la gonna perché non mi piacesse, ma per un insieme di fattori, quali l'assenza delle mie taglie, la convinzione tutta adolescenziale di essere, per dirla usando un francesismo, un cesso a priori ed in particolare di avere le gambe tali e quali ai prosciutti toscani. Le realizzazioni intelligenti però le si raggiunge solo dopo il fiume di ormoni e mancanza di autostima tipici della pubertà, ed è giustamente in questi ultimi anni (a partire dai 20 anni, oserei aggiungere) che ho raggiunto la conclusione di essere una gran gnocca al di là di tutto... e che posso vestirmi come mi pare, almeno finché non vago per le strade nuda.
Prima è stata l'epoca Gothic Lolita, che ancora mi piace ma che effettivamente è poco realizzabile su base giornaliera. Ora, l'era del mori girl (Mori Girl, Blog).
In primis, perché è una moda che ti permette di andare in giro comoda, con le gonne e in maniera femminile / romantica (il che mi piace assai). Secondo, io AMO fare a maglia e cucire, e ciò mi permette di soddisfare gran parte dei look in maniera autonoma, facendo ciò che mi piace.
E' per questo che ora sto lavorando ad Haruni di Emily Ross (Ravelry), adatto a questa moda e, diciamocelo... incredibilmente bello.
Ovviamente questa è anche una scusa per provare finalmente un modello completamente lace (se escludiamo il Multnomah, questo sarebbe il primo) e una lana della Filatura di Crosa, "Centolavaggi" (100% Merino Superwash; Cobweb 1ply, 100gr - 1400 m circa), lavorata doppia con un ferro circolare 3,5mm.
Desidero ardentemente acquistare dei ferri KnitPro (già ora ne sto aspettando uno n. 6,5mm per finire un lavoro commissionato) ma per ora attendo impazientemente un futuro migliore.
Qui sotto una foto del WIP (ndE: work in progress, lavoro in corso) e a presto una recensione del filato che sto usando.
Work In Progress, Haruni

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails