martedì 21 settembre 2010

La mia vita in #hashtag

Domani pomeriggio sicuramente continuerò con almeno altre due recensioni al volo di filati che ho provato più volte ma per i quali non ho tempo / voglia di fare campioni, foto nuove, etc.
Procederò con un post telegrafico suddiviso per sezioni, poi vado in posta a espletare burocrazia in previsione del mio stipendio.

#lavoro

Il lavoro va bene: non è eccessivamente pesante (diciamo che rispetto alla lavanderia è all'acqua di rose), le colleghe sono tutte abbastanza simpatiche (qualcuna di più, qualcuna meno ma credo che dopo una settimana sia un po' presto) e io sono già in parte autonoma.
Siamo arrivati al punto in cui chiedono a me dov'è un determinato tipo di scarpe e non viceversa. Per dire.
Ho paura però di volare troppo in alto e troppo in fretta quindi, complice anche l'arrivo del ciclo, sto rallentando violentemente nei progressi appunto per non suscitare invidie (e non morire tra gli spasmi dei dolori).
Nel complesso, bene bene bene +.

#lana

Questa è fonte di giuoie e dolori: ho abbastanza tempo per lavorare, ma sono arrivata nuovamente alla maglia rasata chilometrica del gilet. Quindi vado a rilento. Però, come si può anche notare dal mio profilo di Ravelry, produco accessorietti all'uncinetto con il cotone per diletto e instant gratification.
I pattern Pierrot e Clover sono una manna del cielo e sono completamente ispirata. Credo comunque che per il w-end finirò il gilet, almeno arrivare ad averlo cucito.
Ho acquistato ancora lana Pierrot, questa volta la Soft Merino. A tatto è goduriosissima (molto più della Zakka, pensata per accessori e più che ritorta sembra intrecciata) e ho anche visto che qualche giappica con questa ha prodotto un Sylvi del Twist Collective. Per dire.
Postilla: io voglio esigo pretendo agogno il Symfonie Wood Rose. Intanto perché vorrei un set di ferri in legno, secondo perché il Symfonie Wood normale è uRendo, con tutti quei colori.

#salute

Sto veramente meglio rispetto alla prima settimana: intanto il nuovo turno è meno pesante, secondo il mio corpo si sta abituando ai nuovi ritmi. Credo che al giorno riesca a macinare quei 10-15 km su e giù per il negozio. Il peso è stabile ma mi sento più attiva e mi stanco con molta meno facilità.


#tuttonelpassato

Giusto per dire, "crafter si nasce".

1 commento:

Zucchero & Cannella ha detto...

Ehi! Aspettiamo nuovi post

: ))

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails