venerdì 11 marzo 2011

Lavori in corso e FO Week #10: esperimenti (non) riusciti

Comincio brevemente con il dire che questa mia assenza ha una motivazione positiva, ma che per scaramanzia non dirò mai qui.
Molte di voi già lo sapranno perché mi seguono su Friendfeed e Facebook, però in questi socialcosi ciò che dico è limitato alla conoscenza di chi "conosco".
Vi basti sapere che la prossima settimana, a quest'ora, sarò molto occupata. E' una cosa bella, non brutta ed ha a che fare con il lavoro. Qui mi fermo perché ho veramente molta paura di rovinar tutto.

Ringrazio Andrea, il mio bambolotto di quando avevo 1 anno.
Ha le fattezze di un bimbo di quell'età, quindi è ovvio che il cappottino gli stia grande,
ma non avevo stampelle adatte a mostrare il lavoro.
Mancano i bottoni perché non me li hanno dati :)



Venendo a questa settimana, ho finito il cappottino. Da top-down è diventato bottom-up. Non ne sono soddisfatta proprio perché mi hanno obbligato a realizzarlo con le maniche a giro, complesse da rendere con le tecniche seamless e di conseguenza ha perso punti anche il design. Pazienza.
Ho anche fatto il cappellino in abbinato con un pom pom enorme, realizzato con i tondi di cartone perché, in mezzo a tutte le cosine che ho per la maglia, mancano ancora in pom pom maker della Clover.

Poi ho cominciato, finalmente, i Freya.
Il Rowan Tweed DK è certamente meraviglioso da lavorare ma forse non è il filato perfetto per questo lavoro, forse proprio perché i pezzettini del tweed fanno, alcune volte, perdere dettagli nel disegno. Detto questo, però, non è certo indecente.
La cosa che mi rattristisce è la mia mano troppo lenta, tale che questo guanto è decisamente troppo grande per me, lavorato con i 2,75mm per la base e con i 3,25mm per il corpo fair-isle stranded.
Il secondo guanto, che farò quando sarò meno stizzita, proverò a realizzarlo con ferri 2,00mm e 2,50mm. Se riuscirò ad avere una dimensione soddisfacente, froggerò il primo e lo rifarò.

La mia mano finisce sotto l'aquila in alto.
E' decisamente grande. Il tweed interferisce con i disegni qualche volta.
Tutto sommato trovo il disegno meraviglioso e decisamente nordico.
Questa settimana ho anche messo sui ferri il mio progetto attuale da viaggio (più o meno) decisamente primaverile: farò una stola lace usando, finalmente, il misto cotone e seta Saratto di Pierrot Yarns Co.
Prenderò ispirazione dai lavori di Victorian Lace Today, e sicuramente lo mostrerò quando avrò più righe di lavorato.

1 commento:

Filly ha detto...

io incrocio le dita per la tua cosa bella!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails