lunedì 23 maggio 2011

Recensione: Ambre by Cheval Blanc

Mi dispiace che sia passato tutto questo tempo dall'ultima recensione di un filato, ma la mia libertà si è notevolmente ristretta e produrre un campione per un articolo è stata una prova di forza notevole.
Comunque, bando alle ciance e veniamo a noi e a questo filato.

Ho comprato Ambre di Cheval Blanc da Laine Et Tricot qualche mese fa, precisamente a Marzo. Ne ero rimasta incuriosita un po' per la composizione misto bamboo e decisamente per il prezzo concorrenziale (1,80€ a gomitolo).
Girovagando sui progetti realizzati su Ravelry, notavo che si prestava piuttosto bene come filato e che in molti lo usavano.
Mi sono fatta sempre più curiosa e così ho affrontato l'acquisto.



Scheda Prodotto
Ambre di Cheval Blanc
70% Bamboo, 30% Cotone
50gr / 150gr // multiplied 9 capi (molto ritorto)

Ferri consigliati sulla fascetta: 2,5 - 3 mm

Uncinetto consigliato sulla fascetta: non presente
Tensione consigliata sulla fascetta: 28 punti / 35 righe = 10 cm

Ferri usati nel campione: 3,5 mm
Tensione ottenuta nel campione: 40 punti / 34 righe = 19 x 11 cm


Partiamo innanzitutto con un presupposto: non avevo mai lavorato bamboo prima, non so come deve presentarsi al tatto ne' dopo il lavaggio.
In ogni caso, ecco le mie impressioni.

E' un filato molto lucido e scivoloso, è stato molto difficile per me tenere una mano costante; è molto morbido e da un ottimo drape se è quello che si cerca. Ovviamente è praticamente impossibile bloccarlo come tutte le fibre di origine vegetale / artificiale.
La sua lucidità all'inizio ricorda moltissimo la seta, i punti sono ben definiti. Bisogna stare attenti durante la lavorazione, magari scegliendo ferri poco appuntiti, perché il filo tende ad aprirsi.

Il campione di Ambre.

Particolare della lavorazione a trecce.

Il lavaggio tende ad opacizzarlo molto, sconsiglio di toccarlo o strizzarlo durante questa operazione che deve essere fatta a mano in acqua fredda con poco detergente. I capi realizzati con questo filato non possono essere candeggiati, stirati e asciugati a tamburo.

Di certo non è un filato semplice da gestire, ma molto probabilmente io ci realizzerò un cardigan corto per l'estate perché muoio dalla voglia di usarlo. E' il tipico filato che si appoggia alle forme e rimane lì, quindi se lavorato in positive ease non dovrebbe segnare affatto la figura (e quindi per me, che sono una plus-size con seno abbondante, dovrebbe minimizzare la pancia).

La cartella colori di Ambre (il verde che ho scelto io è quello con la freccina del mouse)

La cartella colori del filato è decisamente dotata di colori estivi. soprattutto il verde che ho scelto io e la gamma di grigi, i quali saranno tra i colori moda dell'estate 2012.

Ecco alcuni progetti per questo filato, e questa volta andrò anche sull'estremamente vintage:


La foto è copyright di Hannah Fettig.


Giudizio complessivo
Qualità/Prezzo: 4/5
Cartella Colori: 3.5/5
Risultati: 3/5
Trecce: 3/5
Fair-Isle: NN
Lavaggio: 2/5
Bloccaggio: 3/5
Resa: 3/5

Voto complessivo: 3/5

Direi che è perfetto per l'estate,
ma forse troppo complesso da lavare.
(Pensate al sudore, ecco).


P.S. Chiedo scusa per la qualità delle foto ma il sole è scomparso, oggi che sto scrivendo (15/05/2011). :(

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails