mercoledì 13 luglio 2011

Come comprare filati sconosciuti

Investire in un filato a scatola chiusa è sempre un esperienza travagliata.
Sarebbe fantastico per me che vivo nella bucolica Pianura Padana, in un paese dimenticato dalla civiltà (ma per fortuna non dall'ADSL) poter toccare con mano nel negozio di filati locale gomitoli di Noro Silk Garden, Rowan Savannah, Malabrigo Lace o Lorna''s Lace.
Invece se ci vado trovo chili e chili di pallocche in acrilico e il nuovo ritrovato della Mondial per chi non ha proprio voglia di imparare a fare a maglia.

Quind rimane internet e l'acquisto a scatola chiusa attraverso i negozi online. Il brutto è che perdi una delle cose più belle di questo hobby, quella che Ciami definisce, da brava lanista (quasi) anonima, "lo spalpuzzamento".
Durante quel magico evento, in cui sei tu knitter complusiva e il gomitolo tra le mani, accadono nella tua testa le realtà più straordinarie, i più grandi progetti a maglia e uncinetto che ci siano mai visti prima.
Poi ti innamori e ne prendi una decina, di gomitoli. E il bancomat ringrazia.

Ma via internet questo susseguirsi di idee e emozioni è posticipato all'arrivo a casa del proprio acquisto e ci si trova di fronte all'incognita: scatterà la scintilla?

Questo è il mio metodo provato e testato sul come avere le minime fregature possibili in campo di acquisti online di filo.

1 commento:

erre ha detto...

Un po' alla volta, errore dopo errore, ho imparato e seguo il tuo stesso percorso. L'unico problema rimane quello dei colori, che talvolta non sono esattamente quelli visti a monitor. Ma in mancanza di spacciatori di buoni filati vicini, ci si accontenta :-) Sempre interessante il tuo spazio, ciao, ros

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails