lunedì 14 novembre 2011

Crescendo, correndo.

Una parte del tempo sono nel panico.
Un'altra parte del tempo sono arrabbiata.
Quello che resta è un misto di piccole particelle di paura, felicità e noia.

Ho ricominciato ad ascoltare musica come una volta, non sempre mi aiuta tanto quanto faceva in passato ma è qualcosa.

La maglia è ancora una parte importante delle mie giornate... è il mio lavoro, il mio hobby, il mio modo di staccare da tutto...

Cortellazzo, 2006.


Certe volte mi sembra di soffocare, ecco.
Non riesco a fare tutto quello che vorrei, sono oberata di cose e completamente vuota di sensazioni e sentimenti.
Certo ispirazioni ovunque, ma poi mi guardo attorno e sento il vuoto della mia vita reale e il pieno della mia vita digitale.

Questo è ciò che mi tiene in piedi, che non mi fa affondare.

Perciò mi metto in cuffia gli Hurts, ascolto Wonderful Life e penso alle trame e tessuti della mia vita. Ai campioni di Hermes da finire al lavoro e alle modifiche ai capi di Missoni. Penso al caos.

Penso al figurino del modello che ho in mente per Millenear, penso a come vorrei vestirmi a Natale.


Come si cresce, come cambiano i gusti.
Come cambiamo. come sono cambiata.

5 commenti:

latati ha detto...

a volte provo le tue stesse sensazioni.. per fortuna alcune cose della vita ci 'salvano' da noi stessi.
buona settimana

Anna ha detto...

Sai esprimere bene sentimenti che anch'io provo e ho provato...ma io non so scrivere.
chi mi salva la vita? beh, sembra banale...ma è mia figlia....
P.S. La Mrs. Sapientini mi è stata molto simpatica...subito!

PJ ha detto...

Ti capisco, sono sensazioni che provo anche io..in questo periodo in particolare sento molto la mancanza di amicizie vere sulle quali contare.
Una volta ho letto in un articolo di giornale, che quando si vivono dei momenti di disagio (tipo se ci si sente soli) spesso si tende a non comunicarlo agli altri ma soprattutto a non volerlo ammettere con se stessi. Io credo che il tuo sfogo e pure il mio ora, servano in qualche modo a dire "ecco io sto così,ma voglio stare meglio e trovare il modo per farlo!" Un abbraccio;)

Alessandra ha detto...

Per fortuna che la noia è ancora una piccola particella nella tua vita. Credo che sia la cosa peggiore di cui vivere(o morire). Besitos e forza!!!!!

Gabriela ha detto...

Sei veramente convinta che il "pieno" sia solo nella tua vita digitale? Sono sicura di no. In certi momenti è veramente dura, capita a tutti nella vita, specialmente se si è intelligenti e sensibili, ma anche questo è vivere.
Se si riesce a trovare dell'energia buona in noi, sono convinta che si riesca a superare momenti come questi ponendo anche delle basi per momenti migliori. Un pensiero positivo secondo me genera cose positive, e con questo non voglio dire che si debba vivere come delle oche giulive, penso che occorra sforzarci di vedere anche il lato bello della vita, quello brutto siamo bravissime vederlo senza fare sforzi!
E quindi vedrai che verranno momenti più coinvolgenti ed eccitanti....basta aspettare che tu dia il via all' Holly KAL, noi ti tempesteremo di richieste e di domande e tu non avrai più tempo per angustiarti!!!
Buona serata, un abbraccio.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails