domenica 17 giugno 2012

Del perché si dovrebbero lavorare i modelli di... Stephen West

Credo che lavorare almeno una volta un modello di Stephen West sia cosa buona e giusta, nonché fondamentale per chi desidera farsi a maglia un accessorio indossabile in pubblico.

Stephen West.
E ora, via al fangirlismo!
Perché diciamocelo, certe volte i designer se ne escono con progetti ridicolmente brutti.

Ma Stephen è particolarmente eccentrico ed allo stesso limitato.
L'uso di geometrie che fa, i colori dosati e scelti con cura e lo stile minimal che contraddistinguono le sue sciarpe e i suoi scialli ne fanno un tesoro per chi ha voglia di dedicarsi a progetti di questo tipo che non siano il "granma's knitting".

Sicuramente indossabili dal pubblico femminile, forse non tutti gli uomini potrebbero apprezzarne i lati metrosexual, anzi, a volte un po' troppo per l'omo grezzo et selvaggio che potremmo avere al nostro fianco.
Di certo potrebbero fare gola al popolo dei teenager e, perché no, magari qualche giovanissima knitter potrebbe realizzare un bellissimo Vulpix per il fidanzatino.

Vulpix, by Stephen West.
La foto è suo copyright.
Non parliamo di quello che è stato osservare per la prima volta la Sun Satchel, di certo un modello hipster al punto giusto... un po' bohemien, un po' hippy ma decisamente in.

Sun Satchel, by Stephen West.
La foto è suo copyright.

2 commenti:

cinzia62 ha detto...

lo adoro anche io,,,è meraviglioso...ciao cinzia

SONIETSCHKA ha detto...

Hai proprio ragione!
Io ho fatto due anni fa Daybreak, e se l'è preso mia figlia, poi il Kal. Earth & Sky e Herbivore. Tutti con enorme soddisfazione, di lavoro, di risultato e di complimenti.
Adesso conto di fare Thendara. Li farei tutti, ma ho anche altri progetti...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails