giovedì 30 agosto 2012

Da Pan Am a Space Girl

Questa mattina, prima di mettermi a lavorare ad Holly, ho disfato interamente la Pan Am.

L'ho indossato, mi sono messa allo specchio e potevo nominare almeno 10 difetti di fitting, irrisolvibili a capo finito.
Perciò ho preso pazienza, forbicine e gomitolatore e alle 9 era tutto suddiviso perfettamente in tanti gomitoli. Alcuni hanno purtroppo parecchi nodi, ma pazienza, tutto si risolve.

Sono ancora fermamente convinta che quel modello sia bellissimo e perfetto per un fisico come il mio, ma sinceramente quel tipo di filo non era adatto: serviva un qualcosa con più struttura e rigidità, come della lana o un lana cotone.
Non cotone e lino, non alpaca, non seta. Ci vuole la lana "cattiva", come la Istex della Lopi, per intendersi. O la paglietta d'alluminio per le pentole.

Perciò con la Bomull-Lin, che rimane comunque un gran bel filato, pensavo di fare questo modello qui di Heidi Kirrmaier.

Space Girl di Heidi Kirrmaier.
La foto è suo copyright.

Ho già visto tra i progetti che qualcuno l'ha realizzato con la Bomull-Lin, quindi non è un'impresa impossibile. Sono ancora indecisa se farlo manica corta o lunga... Mi piace talmente tanto che potrei farne uno per tipo in colori diversi!

Quindi, giusto per essere chiari, ecco la lista delle priorità:

  • Finire Holly.
  • Rifare il secondo calzino degli Skew.
  • Finire Laika.
  • Fare il gilet che mi ha commissionato mio padre.
  • Fare il campione per Space Girl.
Ovviamente tutto dev'essere fatto warp speed!

martedì 28 agosto 2012

Holly e un cerbiatto


Questa è la schiena di Holly.
Ho già cominciato il davanti, sono a livello dell'ultimo aumento del fondo. Di questo passo dubito di riuscire a finire per la fine di questa settimana, purtroppo.
In più la mia schiena mi sta dando noia con un'infiammazione e quindi stare seduta per ore diventa parecchio difficile.

Sabato sera ero depressa perché ormai erano passati mesi dall'ultimo FO, l'Holly è un parto plurigemellare e il Laika ho dovuto rifarlo da zero. Senza contare che l'ultimo FO è stato il Pan Am sul quale devo mettere le mani per sistemare le misure.

Avevo bisogno di mettere qualcosa sui ferri che finisse subito e gioire un attimo dell'evento.

Perciò ho deciso di fare il "Deer with Antlers Hat" di Stephanie "TinyOwlKnits" Dosen.
In un paio di orette l'ho finito ed è troppo adorabile.



Si, ho 25 anni e dovrei smetterla di fare queste cose da tredicenne ma non importa. É stata una coccola!
Le spiegazioni sono chiarissime, il progetto vola che è una meraviglia e così ho usato anche il filo che comprai l'anno scorso in Alto Adige.


venerdì 24 agosto 2012

Manuale della Giovane Marmotta Ekeloa: Sopravvivere al temporale

Nella lista delle "Cose che ho fatto nella mia (giovane) vita" posso aggiungere un nuovo punto.

Correre in un bosco durante un temporale.

Sarò sincera. Ho avuto una paura fottuta, scusatemi il francesismo.

C'erano fulmini ovunque. Acqua ovunque. Ad un certo punto Fil era terrorizzato perché aveva dimenticato il telefono in tasca ed eravamo zuppi e credeva di averlo rotto (per fortuna no).
Senza contare che verso la fine del sentiero, quando cominciavamo a sentirci un po' più sicuri perché a circa 1 km dall'hotel dove alloggiavamo, ci siamo trovati a camminare in mezzo all'acqua marrone di fango, con la grandine che ci pioveva in testa.

La prima regola del bravo escursionista è non trovarti nel bosco quando c'è il temporale.
Normalmente per ovviare a questi inconvenienti, è opportuno mettersi in marcia presto (al massimo dei massimi, per una passeggiata ad anello di 3 ore, le 9 del mattino) e tornare per le 2 del pomeriggio, perché da quell'ora in poi, specie sulle Dolomiti, il pericolo di incappare in qualche temporale cresce in maniera esponenziale.
Ovviamente è d'obbligo guardare le previsioni meteo.

Bene, Giovedì 16 Agosto mattina c'era il sole che spaccava le pietre e all'una è venuto giù l'inferno dal cielo.

Questa foto è del giorno prima, stesso sentiero.
Questo per dire che bisogna sempre essere previdenti.

Normalmente io ho sempre dietro l'impermeabile quando vado in montagna.
Peccato però che quest'anno non son riuscita a trovarlo ed il mio stipendio è arrivato quella mattina, quindi non ho avuto nemmeno il tempo di comprarne uno durante il mio soggiorno.

Se siete degli amanti della montagna e vi piace camminare e fare escursioni, investite in un paio di scarpe buone che rechino entrambi i marchi Goretex (tessuto impermeabilizzato) e Vibram (suola antiscivolo su terreni difficili).
Siccome la passione per questo tipo di sport per me e il mio ragazzo è recente, nessuno dei due ha investito in scarpe con queste caratteristiche e, inutile dire, anche in condizioni di tempo migliori se ne percepisce la differenza.

Se siete in una malga per il pranzo e vedete che il tempo sta diventando veramente brutto e scende qualche gocciolina le scelte sono due:
  • State fermi in malga: farete la fortuna dei gestori e di sicuro, in qualsiasi caso, prenderete solo chili e non pioggia;
  • Cominciate a correre verso l'hotel/rifugio/camping. Se vi va bene, arrivate in tempo, altrimenti potrete pure voi aggiungere alle liste delle cose fatte in vita il mio stesso punto.
A me e Fil è andata bene.
Solo tanta pioggia, siamo corsi nella nostra stanza d'albergo, ci siamo fatti una doccia calda e ci siamo rivestiti e tenuti al caldo sotto il piumone.

Alle due e mezza, esattamente nel momento in cui eravamo sotto le coperte, spauriti ma felici di essere arrivati, è spuntato il sole.

Un'ora dopo, facendo una passeggiata in paese, ho scoperto che qualche chilometro più su di S. Martino era successo questo.

giovedì 23 agosto 2012

Holly

Mi stanno letteralmente cadendo gli occhi dalle orbite ma ce l'ho fatta.
A mezzogiorno di oggi ho finito la schiena di Holly.

Il che vuol dire che sono ancora in alto mare, che ogni secondo non lavorato è un secondo perso e mi rimangono solo 6 giorni effettivi di lavoro per finirlo.
Non è facile ma posso almeno provarci.

Adesso, per riposare vagamente gli occhi, mi sento un po' sul letto e chiudo gli occhi.

martedì 21 agosto 2012

Planning della giornata

Ieri sono arrivata alla fine della seconda sezione degli aumenti della parte iniziale del raglan di Laika, mentre sferruzzavo guardando Fringe.

Quest'anno ho aspettato pazientemente la fine della serie per non farmi venire la tachicardia ad ogni pausa e trovarmi nell'orrenda posizione del "cosa #¡!?#!?¿ è successo l'ultima puntata?".
Così ieri mi son messa e ho guardato praticamente tutta la serie, lavorando a maglia sul lettone, cercando di non cambiare stato di materia per colpa del caldo e di non deprimermi troppo per la lontananza dalla montagna.

Sembra che stia venendo giusto, questa volta, ma rimando ogni giudizio ultimo a quando avrò fatto almeno 4 ripetizioni del corpo e potrò provarlo.
Sicuramente è più piccolo (e ci mancherebbe altro, accidenti!).

L'idea è anche quella di prendere in mano Holly.
Lo so che più lo dico, più sembra una promessa da marinaio, ma è così. Siccome voglio assolutamente finirlo durante queste ferie e indossarlo in autunno e fare delle foto meravigliose con i capelli sciolti e con un look sognante che neanche le modelle di Rowan saprebbero ricrearlo, devo muovermi.
Quindi, l'obiettivo di oggi è:

  1. Finire il raglan di Laika, fare almeno 3 ripetizioni, provare a vedere se va bene e se ho imbroccato la taglia stavolta.
  2. Fare le pulizie.
  3. Riprendere in mano l'Holly e diventare tutt'uno con la Rowan Felted Tweed.
Siccome l'importante in ogni cosa è essere convinti, io sono convinta!


domenica 19 agosto 2012

Sono tornata!

Sono tornata Sabato, ma ho bisogno di un attimo di tempo per riprendermi dai 20 C° di escursione termica subita.
Ma siccome non voglio lasciare tutto così in sospeso... ecco qualche notizia random.

Eirwen mi aiuta a disfare Laika... che lavoraccio!
Ho completamente froggato Laika, dopo aver finito il corpo e a metà di una manica.
Se lo finivo, sarebbe diventato di 2 taglie minimo più grande. Non so ancora come, forse il "relax" delle ferie che mi ha portato fuori tensione, ma ero fuori per fuori con le misure.
Perciò disfato, recuperato il filo, ricominciato da capo.

Non ho ancora toccato Holly con questa storia del Laika di mezzo. In teoria dovrei riuscire a prenderlo in mano questa settimana, si spera.

I boschi di S. Martino.
Anche Porridge è un po' abbandonato, anche perché continuo a litigare con il filo e non sta venendo affatto bene per colpa del filato. Molto probabilmente froggerò pure lui e lo ricomincerò da capo con un altro filo.

giovedì 9 agosto 2012

House Wars #8

Non mi sembra neanche vero di essere in ferie... le ho desiderate così tanto che ora mi sembra irreale!

Attualmente sto facendo pausa dalle pulizie della camera, ma fra qualche minuto ricomincio con il tran-tran.

La mia zona "libri di viaggio", con una foto di Fil e la sua vecchia cagnolina Teddy.
Qui sopra, fino a qualche ora fa, c'erano vestiti sporchi e il casino.
L'idea è quella di lasciare la camera in ordine e pulita il più possibile, così da non sentirmi oppressa quando ritorno... e devo dire che dove ho messo mano si vede la differenza.
Manca ancora molto, in particolare devo trovare il modo di togliere dalla camera quel "muro di libri" che mi soffoca vicino al letto. L'idea era quella di fare una struttura in corridoio dove mettere i libri che ho in camera e tutti i dvd che ho sopra il letto, in modo da ridistribuire il peso di una libreria intera in uno spazio di casa che ora non ha uno scopo ben preciso ed è lasciato allo sbando.

Con l'andare dei mesi sono anche riuscita a finire diversi prodotti che avevo in bagno per la cura del corpo, così che spero, nel giro di qualche mese, di eliminare la parte della mia camera dedicata a "magazzino" delle creme... e quindi avere un ripiano in più per redistribuire gli spazi e lasciarne di vuoti in modo da non sentirti sommersi di cose.

lunedì 6 agosto 2012

La ricetta per vivere felici con l'henné

Come sapete da diversi miei post, sono una capellona che si tinge i capelli in casa usando questa polvere verde di corteccia di Lawsonia Inermis.
Quando questa polvere viene a contatto con i liquidi e ne si ricava una pastella maleodorante e calda, beh, si sta facendo l'henné.

Chi mi ha visto dal vivo sa quanto imponente sia la mia capigliatura.
Io stessa non ci credo, ma quando mi ritrovo nella posizione in cui la prima cosa che mi dicono appena mi vedono è "Ammazza, che capelli lunghi che hai!"... vuol dire che non passa certo inosservata.

Ovvio, questo è un consiglio basato sulla mia esperienza personale che, nonostante tutto quello che dirò nelle prossime righe, è fedele a questa scelta nonostante i suoi lati negativi.
Da quando ho smesso di colorare i capelli con i metodi più convenzionali, sono riuscita ad avere capelli sensibilmente più sani, più luminosi e con più corpo e spessore. Non nego che questa sia una faticata e che comporti tanto tempo, fatica e sudore... ma il risultato non ha pari.

Detto questo, chiunque abbia mai provato a farsi l'henné in casa sa che è una faccenda sporca.
Molto sporca.
DECISAMENTE sporca.

Per quanto magari nel mio caso sia più devastante, visto che con la lunghezza che mi ritrovo devo fare i salti mortali, in generale la differenza con la tinta da supermercato fatta in casa è abissale.
Per anni ho usato questo tipo di tinte ed erano comodissime da spalmare, non sporcavano in giro, avevano il loro applicatore e nel giro di una mezzora massimo avevi spalmato tutto e coperto perfettamente la chioma.

Il problema di fondo con l'henné è invece che, anche con la mia ricetta normale che prevede una base abbastanza cremosa e spalmabile, questo non ha una consistenza liquida e limpida come le colorazioni chimiche, bensì densa e leggermente grumosa non appena realizzato.
Perciò, una volta che questa pappetta è 12 ore che sta ossidando, è come spalmarsi di fango mezzo secco la testa, con annesso sporco OVUNQUE.

Dopo anni di pazzie per pulire dappertutto e scoprire macchie in ogni dove, ho trovato la tecnica perfetta per abolire il 90% dei danni che questa colorazione può recare ad una malcapitata.
Il problema si riduce se avete una zona adibita in casa per fare "lavori sporchi", ma nel mio caso di appartamento, il bagno principale è l'unico fruibile allo scopo e quindi devo essere molto cauta.

  1. Eliminare tutto il possibile dalla zona lavabo/specchio.
    Parto dal presupposto che per realizzare questo sia necessario specchiarsi e avere un lavabo dove mettere la vaschetta con la preparazione.
    Normalmente ho tonnellate di cose nelle vicinanze, come saponi, trucchi, elastici per capelli, attrezzature del mio adorato ragazzo per farsi la barba, eccetera. Senza contare il tappeto per terra, o gli asciugamani nelle vicinanze.
    VIA TUTTO.
    Non deve rimanere altro che lo specchio, il lavabo con l'henné, il domopak trasparente per i capelli, i guanti.
  2. Coprire perfettamente il pavimento per almeno tutta la zona del lavabo.
    Dopo aver provato qualsiasi tipo di materiale, dalla carta di giornale agli asciugamani vecchi, ho trovato la soluzione perfetta.
    Avete presente i sacchi neri per la nettezza condominiale? Nel mio bagno ne bastano due, a cui taglio le saldature e che uso per coprire uno spazio di 120cm per 200cm sul pavimento.
  3. Ciabatte di gomma simil-crocs, maglietta vecchia girocollo, pantaloncini molto corti.
    Questo è l'outfit che in tutti questi anni si è dimostrato il più affidabile per lo scopo.
    Le crocs, specie in questo periodo dell'anno, si asciugano in un nano secondo e quindi si puliscono in un attimo da ogni residuo che inevitabilmente gli finirà sopra. Senza contare che, data la loro forma, proteggerà i piedi dal diventare arancioni.
Dopo questa preparazione, avvolgo gli avambracci con il domopak, mi infilo i guanti e divido la mia capigliatura a metà.
Applico l'henné su una ciocca alla volta e stando bene attenta di foderarla ben bene con la fanghiglia, stando molto attenta a coprire benissimo i capelli davanti e le radici.

Normalmente questa operazione dura un'ora, ultimamente.
Come tempo di posa vario dalle due-tre ore fino ad un massimo di sei, perché tutto il peso dei capelli poi si fa sentire.

sabato 4 agosto 2012

Agosto, ferie mie non vi conosco!

Laika procede straordinariamente spedito.
Ormai sono vicina alla fine degli aumenti del raglan, dove piazzerò una lifeline - just in case.
A livello teorico poi dovrei andare un po' più veloce, ma detto da me suona falso come una banconota da 7 euro.
Alla fine però fare a maglia non vuol dire lavorare sempre a "curvatura", finire maglioni in una settimana e cose del genere.
Per me è stato il mio metodo di sfogarmi, di smettere di fumare, di fare qualcosa, di tenermi occupata. Un hobby in cui riesco, con i miei limiti.
Quindi, anche se lo finisco fra un mese, pazienza.

Il mio Laika.
La foto non rende moltissimo il colore effettivo, che è una via di mezzo tra un lilla e un blu denim.
Incrociamo le dita, dovrei aver imbroccato la mia taglia giusta.

Ho fermato un attimo il Porridge, anche perché pensavo di portarmelo in ferie. Sono indecisa se portare via lui o portare via il Laika e il Rock Island, come l'anno scorso.

Porridge, in progress.
Non vedo l'ora di indossarlo sopra un paio di jeans skinny!

Siccome nulla può andare come ci si immagina, vado in ferie la settimana di ferragosto (quindi partirò esattamente sabato prossimo, al mattino) e tornerò al lavoro i primi di settembre.
Quest'anno la meta sono le Pale di San Martino, quindi sarò in Trentino - zona San Martino di Castrozza. Chi dovesse trovarsi in zona e volesse fare un pomeriggio a sferruzzare, non ha che da dirlo :)

Domani sarà giornata di henné, visto che non ho intenzione di fare la fine dell'anno scorso, in cui l'unica cosa notevole delle foto delle ferie, oltre alle meravigliose montagne... era la mia spaventosa ricrescita, ahimè!

Giovedì, che corrisponde al mio primo giorno di ferie, ritorna la saga di House Wars.
Ho intenzione di ripulire la mia camera. Che è un casino, inutile a dirlo.
Questa volta pugno di ferro e via tutto.
Ho intenzione di arrivare al punto in cui non ci sarà praticamente più niente in camera. Sono convinta di riuscirci, perciò cerco di non abbattermi il morale guardandomi troppo attorno.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails