mercoledì 30 gennaio 2013

Recensione Libro: "Ai Ferri Corti" di A. Twain

Fino a che non è arrivato questo meraviglioso libretto economico e pieno zeppo di informazioni pensate per il livello zero (cosa sono i ferri? e questa roba lunga cos'è... filo?), il mondo bibliografico a sfondo maglia in Italia aveva solo due aggettivi: pesante e costoso.

Molti dei manuali sulla maglia disponibili nelle librerie hanno una rilegatura alta più di 3,5 cm e un costo superiore ai 25 €, nonché pensati principalmente per persone che hanno avuto una nozione di base sul cosa sia l'oggetto delle loro attenzioni e qualche infarinatura di base.
Per chi invece non ha mai avuto a che fare con questo mondo, possono solo fare da base ai tavoli traballanti.
Son costosi, spesso pieni zeppi di tecniche inutili alle principianti, di difficile interpretazione e poco pratici da tenere con sé mentre si lavora.

Alice Twain, voce ruggente del web e di Ravelry, ha risolto questo gap di informazioni che mancava nella carta stampata dedicata al mondo della maglia, con questo piccolo libricino (una decina di cm in altezza per mezzo centimetro di spessore) dal modico prezzo di 5€ ed edito da Altreconomia.
Un piccolo compendio di informazioni sulla natura delle fibre, sui filati in genere, sul come impugnare i ferri e cominciare i primi lavori, corredato da alcuni progetti pensati per la "appassionata al livello zero".
Scordatevi i maglioni dei corsi e le infinite sciarpe a legaccio.
Il succo di chiunque inizi senza una fortissima motivazione è avere la cosidetta "instant gratification", la gioia immediata del poter usare quello che si ha realizzato.



Quindi si spazia da un paio di guantini senza dita ad una sciarpa a rombi, passando per un cappello un po' slouchy e uno scialle triangolare.

Gli accessori sono essenziali e con un po' di pratica anche personalizzabili, nonché un'ottima base su cui sviluppare un grattacielo di conoscenze.

Aiferricorti è il proseguimento in altri media di quello che il libro stesso è nel cartaceo, in cui Alice e diverse altre designer italiane possono contribuire aumentando il numero di pattern pensati per essere semplici e sfiziosi.

Un piccolo libro da portare sempre con sé, corredato di ottime e chiare illustrazioni, adatto sicuramente per chi non ha mai preso un ferro in mano ma anche per la knitter più esperta.

Giudizio: Altamente consigliato.


Disclaimer: La mia copia l'ho pagata e mi son fatta fare pure l'autografo dall'Alice a Trieste. Ne ho comprate altre 2 copie da regalare ad alcune mie colleghe perché credo sinceramente che sia un libricino che valga la pena avere. Devo essere onesta: ho tentato in precedenza l'acquisto su Amazon.it ma hanno cancellato il mio ordine per i ritardi nell'arrivo dei riordini, perciò consiglio le interessate di guardare nei negozi del commercio equo-solidale (che normalmente distribuiscono le pubblicazioni di questa casa editrice), le librerie e / o quando Alice verrà verso la vostra zona. Fateci pure un salto alle sue presentazioni, rimarrete sbalordite!

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails