lunedì 18 febbraio 2013

Recensione Filato: DK Undyed Superwash Bluefaced Leicester di KnitGlobal

Nel mio viaggio attorno alle pecore di quest'anno, ho deciso di imbattermi quasi subito in una delle varietà che tende ad essere parecchio nominata all'interno delle comunità di appassionate di filati e fibre, la Bluefaced Leicester.
Ci sono diversi marchi che propongono filati in lana 100% BFL, ma il primo che mi ha colpito per il rapporto qualità prezzo è stato KnitGlobal YarnUndyed, ed è quello che ho deciso di usare e recensire in questo articolo.

Scheda Prodotto
DK Undyed Superwash Bluefaced Leicester
100% lana da Bluefaced Leicester
225 m / 100g //  a due capi, ritorto, pelosetto.

Ferri consigliati: non presente
Uncinetto consigliato: non presente
Tensione consigliata: non presente

Ferri usati nel campione effettuato: 3,5 mm
Tensione ottenuta nel campione: 24 maglie / 32, 5 ferri = 10 x 10 cm in maglia rasata.

Viene venduta al dettaglio in confezioni da 5 matasse da 100g l'una, in colore naturale non tinto ne' sbiancato.
L'unico trattamento che viene effettuato è un blando superwash che però non lo trasforma nelle burrose merino di commercializzazione italiana, che tiene bene dopo il lavaggio e non allunga o sforma in maniera indecorosa la lavorazione.

Il campione che ho realizzato con questo filato.
Ai ferri è un filato piacevole: non si sfilaccia con facilità anche se lavorando velocemente potrebbe capitare di dividere i capi, la cosa forse un po' fastidiosa, a me successa con il gomitolo che ho realizzato svolgendo a mano la matassa, è che la ritorsione data durante la binatura a due capi del filato non era bilanciata al massimo e quindi ogni tanto tende ad avvolgersi su se stesso.

Non perde eccessivo pelo e almeno per le 5 matasse in mio possesso il micronaggio è piuttosto basso e lo rende un filato adatto per realizzare anche capi a contatto pelle,

Non credo che sia propriamente un DK ma è di certo un po' più spesso di un fingering: una buona via di mezzo per realizzare maglie e accessori non troppo leggeri ma nemmeno troppo pesanti, il giusto compromesso tra il 4,5 mm e il 3,0 mm.

Essendo venduta non tinta, può essere una buona idea acquistarne un pacco per realizzare le prime prove: come tipologia di fibra, la BFL tiene egregiamente la tintura e quindi è molto indicata anche per le prime armi.

Giudizio complessivo:
Qualità/Prezzo: 4.5/5
Cartella Colori: n.d.
Risultati: 4/5
Trecce: 4/5
Fair-Isle: Non testato ma suppongo che, essendo woolen, non dovrebbe venir male.
Lavaggio: 4/5
Bloccaggio: 3.5/5
Resa: 3/5

Voto complessivo: 4/5

Consigliato per chiunque voglia provare la 
Bluefaced Leicester
senza spendere troppo e per chi vuole sperimentare
con la tintura.

2 commenti:

alez ha detto...

Grazie mille!!! La tintura mi tenta, ma non mi sono ancora lanciata così magari ci faccio un pensierino....

birbolina ha detto...

Ciao,ho conosciuto il tuo blog tramite Valentina ..dal filo d'erba al filo di lana.....l'ho visionato .....è meraviglioso.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails