lunedì 11 marzo 2013

Racconti di un sabato di (stra)ordinario lavoro

Sacco nanna... "Effetto Doppler".

Spero che ci starai comodo lì dentro.
Che i cavetti escano tranquilli dal buchino in fondo, che ti tenga caldo ma non troppo e che ti tenga avvolto come in un abbraccio.
Poi quando sarai grande vorrei che tu lo potessi tenere e indossarlo come un berretto. Un po' punk, un po' snowboarder. Ecco, ci terrei.

Grazie per questo meraviglioso sabato: sono riuscita a non pensare troppo a quello che mi sta affliggendo ultimamente e ho concentrato tutto l'amore che ho all'interno dei punti di questo sacco nanna.
Grazie Abilmente, grazie Cuore di Maglia, grazie soprattutto a Stitch 'n Spritz Trieste.

Love you all!


6 commenti:

LadeaKhalì ha detto...

L'hai lavorato con tanto amore e si vede dal tuo sguardo: sicuramente questo sacconanna avrà una storia lunga e avventurosa. Brava.

Tibisay ha detto...

Un abbraccio grandissimo amica mia. :) <3

PaolaeMargherita ha detto...

Semplicemente meraviglioso.

try2knit ha detto...

Grande, l'hai fatto a strisce :)
Sai che le adoro!

Bravissime, bel lavoro!

Anto Reg ha detto...

Non avrei mai pensato che un sacco nanna potesse essere usato, più tardi, come un berretto! Ho sempre pensato: "quando ne farò uno, successivamente lo disferò e riutilizzerò la lana per fare altro". E invece... Questa è proprio un'idea geniale, che ti obbliga e studiare il progetto in modo che possa essere utile al pupo da neonato e piacergli quando sarà adolescente. Che brava sei!!!
Antonella

laura ha detto...

l'idea del cappello è fantastica, però ti devo dire che il sacco nanna ideale ha le bretelle..

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails