martedì 9 aprile 2013

Progetto Destashing

Sono sommersa dai filati.

Si, okay, non ce n'è mai abbastanza.
Però io comincio a sentirmi a disagio, aver tutto questo ben di Dio e non averlo ancora usato.
Perciò ho deciso di non acquistare filo per un po'.
All'inizio ho pensato fino a fine Maggio, inizi Giugno... ma realisticamente parlando, potrei andare anche oltre. Potrei provare a resistere fino all'inverno prossimo.

Celapossofare.

Detto questo, ecco la serie di progetti che vorrei realizzare da qui a fine anno.
Aggiornerò la lista ogni mese, così tengo conto dei progressi.
  • Finire l'Holly.
  • Miette, in due colori, con la DROPS Nepal. Ho bisogno di due cardigan sul grosso da usare come giubbini nella mezzastagione e come cardigan d'inverno.
  • Un maglione bottom-up stile la maximaglia fatta, con una vera e propria spalla a sella calata con criterio, così uso il resto della BFL (dovrebbe bastare).
  • I guanti di Totoro, che son anni che ne ho BISOGNO.
  • I Freya, come sopra, con la Felted Tweed di Rowan.
  • Il Sothia o l'Andrea's Shawl, in generale due scialli.
  • Uno scialle estivo bicolore, probabilmente il Chadwick da reiniziare di Stephen West, con il Seta-Cotone della Pierrot (nonricordoilnome)
  • Usare la Dot Wool di Pierrot, probabilmente inventandomi qualcosa. Avendone solo una rocca, direi per un accessorio.
  • Trovare uno scopo e un senso ai filati bouclé (la mia missione supersegreta).
  • Il Raviolo di Valentina.
  • Se avanzo filo dal Raviolo, fare un'altra maximaglia, ma questa volta con un altro tipo di spalla, da valutare.
  • Un altro cardigan maniche lunghe, magari l'Adult Tomten che voglio tanto fare da eoni.
  • Finire il Bomull-Lin di Drops. Credo ci venga fuori una t-shirt. Magari me la invento.
  • Una gonna.
  • Il corsetto.

2 commenti:

LadeaKhalì ha detto...

Brava! Ogni momento dell'anno è buono per fare nuovi proprositi e mettere ordine nelle cose che amiamo ci aiuta a mettere ordine dentro di noi, fare il destashing della lana (che per noi è una specie di prolungamento dell'anima) aiuta per fare un destashing emotivo che poi ci permetterà di andare avanti più leggere. Infine, non comperare lana per un po'(la fine del mondo non dovrebbe essere domani e i negozi di lana non stanno chiudendo...!) ci rida' un senso del tempo più lento e più adeguato al nostro io interiore. Non so quante si ritroveranno in queste righe, ma spero che a qualcuna possano essere utili *_*

PaolaeMargherita ha detto...

Guarda, se trovi uno scopo ed un senso alla lana bouclè comunicacelo, perchè anche a molte di noi sfugge la sua ragione d'essere!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails