venerdì 16 agosto 2013

Maglia Vintage: Parte seconda e sviluppi accessori

Sommersa tra mille cose da fare e indolenza, sono precipitata già alla (quasi) fine della prima settimana di ferie.
Ho combinato molto? Direi proprio di no, in effetti.
Me la sono presa beatamente comoda e ho lasciato che il sole mi trasportasse giorno dopo giorno... ma in ogni caso ci tengo a condividere le novità.

La prima e più importante (why save the best for last?) è che ieri è ufficialmente partito l'ordine per i mobili della mia nuova camera.
Se le divinità celesti mi assistono potrei avere la grande fortuna di ricevere il tutto durante l'ultima settimana di ferie... ma molto più probabilmente diventerò pazza nel caos con il rientro.
Sono eccitata, terrorizzata e schizoide come un criceto su una ruota sotto Ritalin.

La seconda cosa è che in preda ad un raptus di "odio questa mano, dovevo usare i Knit Pro Cubics e non gli Addi Bamboo" ho disfato completamente il Miette in cotone ad una manica dalla fine.
Lo ricomincerò non appena potrò, essendo comunque un progetto relativamente portatile, dando priorità alle altre pazze idee che girano per la mia testa.

La terza cosa riguarda il Going Swimming, iniziato così per curiosità sul punto e che procede particolarmente bene dopo una falsa partenza.


Questa è una parte della zona inferiore, lato davanti.
La prima correzione al pattern che ho apportato è stata di aumentare il numero di punti avviati (da 72 a 84 per gamba, mantenendo il multiplo di 4 per avere la riga completa).
Ho calcolato che il modello è pensato per un giroseno di 33-35 pollici ed avendo io invece un 42 pollici avevo la necessità di aggiungere almeno 7 pollici alla circonferenza completa.
Dividendo questo numero per 4 (ossia dividendo in 4 il capo, essendo comunque simmetrico destra e sinistra e con un davanti e dietro uguali) mi risultava 1,75 pollici da aggiungere per sezione.
Avendo io un campione di 9 punti per pollice e ricercando comunque di ottenere una vestibilità piuttosto in figura (essendo comunque un capo in cotone e con la straordinaria capacità di non essere leggero) ho aggiunto 12 punti per sezione, quindi non esattamente il necessario (che sarebbe stato 16) perché avevo paura che la scelta mi sarebbe costata cara, avendo io la piaga di lavorare spesso e volentieri capi troppo larghi.


Il punto in sè è molto elastico e ha la straordinaria magia di essere molto tridimensionale, non eccessivamente noioso da lavorare ma decisamente ostico da maneggiare al rovescio, tanto che penso che non sia poì così una cattiva idea pensare di realizzarlo in tondo per chi volesse cimentarsi (ovvio, decisamente più complicato, but you can't always get what you want... no?
Non vedo l'ora di finire la zona pantaloncino e finire il davanti in generale, perché il dietro, essendo comunque finito poco dopo la cintola centrale, dovrebbe essere una passeggiata.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails