mercoledì 6 novembre 2013

Tirando le somme e diventando se stessi

Rita Hayworth legge.
Ci stiamo avvicinando a grandi passi alla fine dell'anno, forse comincia ad essere un periodo di resoconti da fare, qualche blocco di pro e contro da riempire e valutare i progressi. E anche i regressi, ovviamente.

Credo che ciò che ho imparato da quest'anno sia che non tutto il male viene per nuocere, che anche se sono stata parecchio distante dal blog e dalle abitudini che mi hanno sempre contraddistinto, non ho perso troppo di me stessa.

Durante quest'anno ho perso 19 chili. Non è uno scherzo, il mio fisico comincia a risentirne ma allo stesso tempo mi sto nutrendo in maniera normale, non sto esagerando con il fumo e sto cercando di reintrodurre lo sport nuovamente, anche se non ho mai smesso di fare yoga e pilates in casa.
Ora porto una taglia 46, giusta. Ho perso svariati centimetri sulle gambe e adesso comincio a perderne anche di seno, ma pazienza. Respiro molto bene, mi muovo velocemente e sto cominciando ad apprezzare il mio corpo di più, a differenza delle lotte avute in passato.
Si, porterò per sempre le cicatrici sul corpo e sul cuore della battaglie vissute, ma è un prezzo da pagare per la vita che ho vissuto, un ricordo indelebile del dolore e della gioia, dei sorrisi e delle lacrime.

Il cambio di stile di abbigliamento ha fatto scattare diverse molle celebrali.
La prima è quella che governava la mia capacità o meno di considerarmi sensuale.

Nessuno mette in dubbio che ci possano essere persone che reputano belle le donne "moderne", bionde, palestrate, dedite al lettino solare e con il seno rifatto, magari minute e perfette come un bonsai alla Kylie Minogue.
Personalmente credo che una donna debba avere fascino al di là del suo oggettivo aspetto fisico.
E io credo fermamente nel potere dell'"hollywood glamour", come direbbe Dita.

Ho deciso di reinventarmi, di scardinarmi dall'immagine di me stessa distorta che mi ero fatta.
Ho deciso di sentirmi bellissima, sensuale come una hollywood siren degli anni '40.

Io, dopo il "makeover", nello studio parrucchieri di Francesca e Umberto (Giorgio Parrucchieri).
Si, son un po' scollata. Evvabbé, non facciamo le puriste, che queste son grazie di Dio da mostrare finché son prese così! Quando le avrò secche come due prugne Sunsweet le terrò nascoste XD
Ed è per questo che ho tagliato i capelli a settembre.
Per potermi fare i bigodini, per potermi trasformare in un cigno, dopo essere stata per anni il brutto anatroccolo.
Ho guardato tantissimi film, interviste, osservato modi di muoversi e di camminare... e poi ho capito che sotto sotto ero anche io così, che non stavo "studiando per copiare", ma che stavo facendo uscire quella che ero sotto la cenere.

2 commenti:

PaolaeMargherita ha detto...

E' strano come si possa pensare di se stesse che si è bruttine, o poco sensuali, o non attraenti pur essendolo in realtà....io di me l'ho pensato per anni ed ancora oggi, quando mi guardo allo specchio, mi sembra di vedere un elfo dei boschi e non una donna, che ha 46 anni suonati per altro. E la cosa ancora più strana è che gli altri ti vedono e non condividono per nulla l'idea che tu hai di te stessa. Questo, per dire in sostanza che il rapporto con il nostro corpo è una cosa complessa e delicata, perchè se è pur vero che la nostra spiritualità è la cosa più importante, nel nostro involucro corporeo ci siamo h 24! E se non siamo serene, o in pace con noi stesse, non lo siamo neanche con il nostro corpo.
Nella foto sei bellissima....io quella maglia non potrei mai mettermela, essendo piatta come un'asse da stiro, definitivamente stracciata da 3 anni d allattamento per 3 figli, quindi benvenuta a una così bella scollatura e anche la pettinatura è molto bella e ti dona tantissimo.
E comunque, guarda che anche prima di perdere quei chiletti eri una gran bella ragazza, le fotografie non mentono, però evidentemente avevi bisogno di tempo, riflessione e qualche scelta da compiere per sentirti "cigno".

Da Paola a Paola

LadeaKhalì ha detto...

Bellissima e sontuosa. Ma davvero non hai un codazzo di maschi dietro??? Bah si vede che l'inquinamento ha influito più di quanto sembra sugli ormoni maschili!
Scherzi a parte, è bellissimo vederti prendere possesso di Paola e capire chi è e quanto vale...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails