lunedì 5 settembre 2016

Recensione Libro: "The Knitter's Book Of Wool" di Clara Parkes

Ho parlato qualche tempo fa di questo libro, citandolo in questo post assieme agli altri due libri che vivono nella mia lista di quelli che non possono mancare nella libreria di un'appassionata di maglia ai ferri.


Ho conosciuto questo tomo diversi anni fa, ne si parlava spesso in rete (soprattutto su Ravelry) e veniva caldamente consigliato da knitter del calibro di Ysolda Teague... così, spinta dalla curiosità, me lo sono comprata (il mio account di Amazon detta che correva il novembre dell'anno 2012... pensa te come corre il tempo!).

L'ho divorato in qualche sera e ben presto mi son resa conto che questo era non solo il libro da leggere per informarsi, ma soprattutto quello da tenere in libreria per la consultazione costante... e da allora non mi ci sono più separata.

Come accennavo nel post precedente, questo libro è particolare nel suo indice: non solo raccoglie una serie di modelli che spaziano dall'accessorio (calzini, cappelli, guanti, sciarpe...) al vero e proprio capospalla (maglioni, giacche), passando per l'home-decor, racchiudendo quindi 19 spiegazioni per altrettanti progetti, ma anche si dedica in primo luogo alla divulgazione scientifica sulla fibra in sè (che cos'è la lana), i diversi tipi di filatura (uno su tutti la differenza tra woolen e worsted) per poi sfociare nel succo che compone il cuore del libro, ossia la descrizione per caratteristiche dei diversi tipi di lana di pecora e delle razze dalle quali viene prodotta... perché, dovete ormai ben sapere, non esiste solo la merino!
Questa parte è interessantissima proprio perché, entrando così nello specifico per ogni relazione fibra / pecora, viene dedicato uno spazio importante al come usarla al meglio, se il filato ricavato è adatto alle lavorazioni a colori, se è idoneo al contatto diretto con la pelle, quali sono le sue caratteristiche "pre-filatura".

Il quarto capitolo del libro è dedicato a come questa meravigliosa fibra si mescola con gli altri tipi di materiali, con un occhio particolare all'effetto finale che vogliamo ottenere: la lana si mescola bene con seta, alpaca, mohair e fibre vegetali per aumentarne la consistenza e la lucidità; con l'angora, il cashmere, il qiviut e il bisonte americano per l'etereo effetto velato... ma si può anche mescolare con altri materiali per aumentarne il calore e la durevolezza... e le migliori combinazioni vengono spiegate tutte in questo libro!


Il mio libro è la prima edizione rilegata con sovracopertina, consta di 208 pagine, è in lingua inglese ed è edito dalla Potter Craft New York, ed è stampato in Cina (...).

Trovo l'edizione particolarmente curata, all'epoca la pagai (escluso il trasporto) poco più di 20 €, e lo considero ancora un buon rapporto qualità - prezzo, data la rilegatura, la carta usata, la stampa ben fatta e la grafica accattivante (non si giudicano i libri dalla copertina, ma diciamo pure che un bel lavoro di grafica non solo esternamente ma anche internamente, in questo tipo di libri, incoraggia molto all'acquisto).

Onde evitare di incappare in rogne legali, non posso mostrarvi foto dettagliate dell'interno del libro, ma vi lascio con questi spezzoni un po' "oscurati" in modo che possiate farvi un'idea.


Vi lascio anche il mio link affiliato su Amazon se volete acquistarlo lì, in questo caso vi consiglio caldamente l'edizione digitale in quanto il libro ha raggiunto cifre esorbitanti (probabilmente non è più stato ristampato), altrimenti vi ho già preparato questo link per ricercarlo su Ebay.


Un bacio grande!

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails